Russi dopati, russi cattivi!

Béccati! Doping in quantità! Se si legge il fitto rapporto di 323 pagine della World Anti Doping Agency contro gli atleti russi si sta male per loro. Nominati uno per uno.Con capitoletti tipo 3.1.22 e poi il nome in corsivo. Per la povera Kupina, un’atleta a caso,22.4.4, trentanovesima al mondo poi, nemmeno prima, c’è stato un lungo interrogatorio, finito non benissimo.
“La commissione indipendente nota che la Kupina ha cominciato l’intervista in maniera amichevole ed educata. Mentre le domande la incalzavano, tuttavia, si è dimostrata agitata. Ha dato agli investigatori l’impressione di evadere le risposte concentrandosi troppo su punti semplicissimi”. E ce la immaginiamo, la povera Kupina, che spiega che lei corre gli 800 metri, che sono meno del chilometro, ma più dei 100 metri, e che quindi i tempi sono anche diversi, e che lei comunque corre da quando è bambina.
Si scorre l’elenco dei nomi con viva partecipazione. Alla fine del rapporto, le raccomandazioni! Sospendere il direttore del laboratorio antidoping a Mosca, modificare la legge russa in materia e cose del genere.Insomma che tosti questi della WADA!
Ora, è inutile soffermarsi sull’orchestrazione a tavolino della campagna anti-Mosca messa in moto dalla Commissione Indipendente. E che forse i russi non si dopavano prima che Putin stesse antipatico a tutti?                                                      En passant vale forse la pena ricordare che anche Andorra, Israele, Argentina, Bolivia e Ucraina sono risultati non conformi qualche giorno fa, mentre Francia e Spagna, fra altri, sono sotto stretta osservazione. Eppure, non si vedono prime pagine di giornali con foto di atleti Ucraini sotto la scritta “Doping a Kiev” o cose simili. E ormai siamo abituati. Ma in fondo, se ci si perde dietro a queste piccolezze…                                                                                                                                          Le emozioni non si restituiscono! Pantani si è dopato,si, così come Maradona! Eh ma che fiato, che gambe, che goals! Questi atleti dopati sono più belli da vedere, più veloci, più forti. A me piacciono di più! Se la Kupina corre dopata e poi arriva 39esima mi dispiace, e penso avrebbe dovuto doparsi di più. E poi, se i neri corrono più veloce cosa possono fare i bianchi? Non è forse doping la pelle nera? Se il mondo segue i grandi campioni vuole sognare in grande: io non spendo tutti i soldi del biglietto per vedere un partita di calcio se nemmeno un giocatore è dopato e fa cose incredibili! E poi c’è una questione di buon gusto: se si dopassero tutti eviteremmo questi balletti anti-Mosca anche nello sport! Ma insomma, gli antichi greci ce lo dovrebbero aver insegnato: per le sport, allora, le guerre si sospendevano.

 

 

1392826409-sculacciata-bambini

3 comments

  1. Non ho capito se la frase ” Questi atleti dopati sono più belli da vedere, più veloci, più forti. A me piacciono di più!” è provocatoria o no. L’articolo ha anche un senso, ma se questa frase non è provocatoria, ha perso parecchi punti.

    Mi piace

    1. Certo Массимилиано e provocatoria! Se tutti si dopassero voglio dire, non ci sarebbero questi balletti anti-Mosca che ci tocca subire. Certo che spero in uno sport pulito ma spero soprattutto in una politica è un’informazione pulita.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...